I benpensanti

Autore

Pagine

226

19,00

COD: ISBN 9788870189339 Categoria:

Descrizione

C’è un’aria di restaurazione che spira in filosofia, soprattutto in Italia. Idee come Realtà e Verità, che per tutto il Novecento sono state sottoposte a critica serrata, tornano oggi come nuovi idoli o feticci del pensiero accademico. Sotto l’apparenza di una confutazione del postmodernismo, la filosofia dell’università diffonde una sorta di catechismo o di manuale d’istruzione per gli scettici. Ed ecco riapparire le maschere di sempre del teatro filosofico: oltre alla Realtà e alla Verità, l’Oggettività, il Realismo, la Morale, l’Educazione… Etichette a cui non corrisponde alcun contenuto originale di pensiero, ma che vorrebbero soddisfare la domanda di conformismo che sale da una cultura spaventata dalla mancanza di punti fermi. Questo saggio non vuole essere certamente una critica del Nuovo Realismo, una moda che già mostra la corda. Piuttosto, riprende alcuni grandi temi del pensiero del secondo Novecento, oggi per lo più trascurati o minimizzati, mostrandone fecondità e attualità. Ed ecco in questo libro discussioni serrate del ruolo del linguaggio per il pensiero (in cui alcuni filosofi medievali appaiono più avanzati dei neo-realisti d’oggi …), dell’idea di verità scientifica e storica, dei mondi possibili, del governo delle menti, del rapporto tra credenze e razionalità, dell’infondatezza ultima del pensiero morale e altre ancora. Ma la critica di ogni pretesa filosofica che si voglia sistematica, oggettiva o scientifica non sfocia certamente nell’indifferenza o nell’irenismo. Infatti, per l’autore, è proprio quando l’impalcatura idealistica e sistematica del pensiero comincia a traballare che le pratiche di resistenza e di trasformazione (come in Foucault e nelle Tesi su Feuerbach di Marx) appaiono nella loro urgenza e necessità.

L’AUTORE

ALESSANDRO DAL LAGO ha insegnato sociologia della cultura nelle università di Milano, Bologna e Genova ed è stato visiting professor nella University of Pennsylvania e nella University of California (Los Angeles). È autore o curatore di trentacinque volumi di saggistica e ha pubblicato una raccolta di racconti sull’università (Alma mater. Quattordici racconti, Manifestolibri, Roma 2008) e altri testi letterari. Tra i suoi lavori più recenti: Carnefici e spettatori. La nostra indifferenza verso la crudeltà (Raffaello Cortina, Milano 2012), Clic! Grillo, Casaleggio e la demagogia elettronica (Cronopio, Napoli 2013) e, con Serena Giordano, L’artista e il potere. Episodi di una relazione equivoca, Il Mulino, Bologna 2014. Ha inoltre curato All’indice. Critica della cultura della valutazione, “aut aut”, 360, Il Saggiatore, Milano 2013.

collana: Opera

Informazioni aggiuntive

Autore

Pagine

226

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.