La guerra di mio padre

Autore

Pagine

pp. 184

16,00

COD: ISBN 978-88-7018-879-0 Categoria:

Descrizione

«Molti degli internati militari hanno vissuto il ritorno a casa sotto il segno dell’offesa. Per loro non ci sono attestati o benemerenze. Anzi sono circondati da indifferenza e fastidio. Stranieri in patria. Ignorati e respinti da un paese che non li riconosce e in cui non riescono o non vogliono riconoscersi. Si sentono, e in qualche modo lo sono davvero, gli ultimi involontari ostaggi di una guerra senza memoria e senza narrazione pubblica. Una guerra che l’Italia antifascista rinnega e che larga parte degli Italiani aspira a dimenticare. Più che eroi appaiono come i resti dell’esercito regio, travolti dall’umiliazione e dalla disgregazione dell’armistizio. Di fatto viene negato il loro essere “volontari dei lager”, l’aver fatto scelte fondate su decisioni individuali non facili e accettato i rischi conseguenti. Rischi ampiamente commisurabili con quelli del partigiano di montagna ».

 

Un libro scritto con la vivacità di uno scrittore di romanzi, ma che non è un romanzo. (Donald Sasson)

 
 

L’autore

Luca Borzani è stato direttore del Centro Ligure di Storia Sociale, ricercatore presso l’Archivio Storico Ansaldo. Ha pubblicato saggi e volumi diversi sulla storia del movimento operaio ligure e la cultura d’impresa. Dal 1997 al 2007 è stato Assessore prima alla scuola e poi alla cultura del Comune di Genova. Dal 2008 è Presidente della Fondazione Cultura Palazzo Ducale di Genova.

Collana Lecturae 

Informazioni aggiuntive

Autore

Pagine

pp. 184

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.