Per una nuova storia della geografia italiana

Autore

,

Pagine

pp. 304

25,00

COD: ISBN 978-88-7018-876-9 Categoria:

Descrizione

Attraversamenti è una collana che nasce per iniziativa di alcuni autori
associati al Centro Italiano per gli Studi Storico-Geografici (CISGE) e sotto
gli auspici di questo sodalizio.
Le discipline storico-geografiche (geografia storica, ecologia storica,
storia del viaggio e dei saperi geografici, storia della cartografia e di
ogni altra forma di rappresentazione territoriale) sono diventate anche
in Italia un crocevia ineludibile per chi voglia affrontare, nella teoria come
nella prassi, le questioni che riguardano l’ambiente, il territorio, il
paesaggio.
Coniugando spazio e tempo, scienze umane e scienze naturali, saperi
dotti e saperi vernacolari, la geografia realizza la sua più antica inclinazione
alla trasversalità e al contempo costruisce e dà senso a un nuovo
regime di “geograficità”.
Il volume raccoglie, aggiorna e approfondisce le relazioni discusse in occasione
del seminario ospitato nella prestigiosa cornice della Biblioteca
Classense di Ravenna che conserva il patrimonio di libri e manoscritti
appartenuti a Lucio Gambi.
Sulla linea di quanto avviene in altri paesi e attraverso il dialogo fra autori
collaudati e più giovani ricercatori, la pubblicazione si propone di
sollecitare studi e discussioni sulle vicende che hanno attraversato la
geografia italiana non solo istituzionale e inquadrata nel contesto europeo.
Contributi di Claudio Cerreti, Alex Cittadella, Floriana Galluccio, Carlo A.
Gemignani, Francesco Micelli, Calogero Muscarà, Paola Pressenda,
Massimo Quaini, Luisa Rossi, Emilia Sarno, Paola Sereno, Maria Luisa
Sturani.Attraversamenti è una collana che nasce per iniziativa di alcuni autori
associati al Centro Italiano per gli Studi Storico-Geografici (CISGE) e sotto
gli auspici di questo sodalizio.
Le discipline storico-geografiche (geografia storica, ecologia storica,
storia del viaggio e dei saperi geografici, storia della cartografia e di
ogni altra forma di rappresentazione territoriale) sono diventate anche
in Italia un crocevia ineludibile per chi voglia affrontare, nella teoria come
nella prassi, le questioni che riguardano l’ambiente, il territorio, il
paesaggio.
Coniugando spazio e tempo, scienze umane e scienze naturali, saperi
dotti e saperi vernacolari, la geografia realizza la sua più antica inclinazione
alla trasversalità e al contempo costruisce e dà senso a un nuovo
regime di “geograficità”.
Il volume raccoglie, aggiorna e approfondisce le relazioni discusse in occasione
del seminario ospitato nella prestigiosa cornice della Biblioteca
Classense di Ravenna che conserva il patrimonio di libri e manoscritti
appartenuti a Lucio Gambi.
Sulla linea di quanto avviene in altri paesi e attraverso il dialogo fra autori
collaudati e più giovani ricercatori, la pubblicazione si propone di
sollecitare studi e discussioni sulle vicende che hanno attraversato la
geografia italiana non solo istituzionale e inquadrata nel contesto europeo.
Contributi di Claudio Cerreti, Alex Cittadella, Floriana Galluccio, Carlo A.
Gemignani, Francesco Micelli, Calogero Muscarà, Paola Pressenda,
Massimo Quaini, Luisa Rossi, Emilia Sarno, Paola Sereno, Maria Luisa
turani.Attraversamenti è una collana che nasce per iniziativa di alcuni autoriassociati al Centro Italiano per gli Studi Storico-Geografici (CISGE) e sottogli auspici di questo sodalizio.Le discipline storico-geografiche (geografia storica, ecologia storica,storia del viaggio e dei saperi geografici, storia della cartografia e diogni altra forma di rappresentazione territoriale) sono diventate anchein Italia un crocevia ineludibile per chi voglia affrontare, nella teoria comenella prassi, le questioni che riguardano l’ambiente, il territorio, ilpaesaggio.Coniugando spazio e tempo, scienze umane e scienze naturali, saperidotti e saperi vernacolari, la geografia realizza la sua più antica inclinazionealla trasversalità e al contempo costruisce e dà senso a un nuovoregime di “geograficità”.Il volume raccoglie, aggiorna e approfondisce le relazioni discusse in occasionedel seminario ospitato nella prestigiosa cornice della BibliotecaClassense di Ravenna che conserva il patrimonio di libri e manoscrittiappartenuti a Lucio Gambi.Sulla linea di quanto avviene in altri paesi e attraverso il dialogo fra autoricollaudati e più giovani ricercatori, la pubblicazione si propone disollecitare studi e discussioni sulle vicende che hanno attraversato lageografia italiana non solo istituzionale e inquadrata nel contesto europeo.Contributi di Claudio Cerreti, Alex Cittadella, Floriana Galluccio, Carlo A.Gemignani, Francesco Micelli, Calogero Muscarà, Paola Pressenda,Massimo Quaini, Luisa Rossi, Emilia Sarno, Paola Sereno, Maria LuisaSturani.

Il volume raccoglie, aggiorna e approfondisce le relazioni discusse in occasione del seminario ospitato nella prestigiosa cornice della Biblioteca Classense di Ravenna che conserva il patrimonio di libri e manoscritti appartenuti a Lucio Gambi. Sulla linea di quanto avviene in altri paesi e attraverso il dialogo fra autori collaudati e più giovani ricercatori, la pubblicazione si propone di sollecitare studi e discussioni sulle vicende che hanno attraversato la geografia italiana non solo istituzionale e inquadrata nel contesto europeo.

Contributi di Claudio Cerreti, Alex Cittadella, Floriana Galluccio, Carlo A. Gemignani, Francesco Micelli, Calogero Muscarà, Paola Pressenda, Massimo Quaini, Luisa Rossi, Emilia Sarno, Paola Sereno, Maria Luisa Sturani.

A cura di Carlo Gemignani

Collana Attraversamenti

Attraversamenti è una collana che nasce per iniziativa di alcuni autori associati al Centro Italiano per gli Studi Storico-Geografici (CISGE) e sotto gli auspici di questo sodalizio. Le discipline storico-geografiche (geografia storica, ecologia storica, storia del viaggio e dei saperi geografici, storia della cartografia e di ogni altra forma di rappresentazione territoriale) sono diventate anche in Italia un crocevia ineludibile per chi voglia affrontare, nella teoria come nella prassi, le questioni che riguardano l’ambiente, il territorio, il paesaggio. 

Coniugando spazio e tempo, scienze umane e scienze naturali, saperi dotti e saperi vernacolari, la geografia realizza la sua più antica inclinazione alla trasversalità e al contempo costruisce e dà senso a un nuovo regime di “geograficità”. 

Informazioni aggiuntive

Autore

,

Pagine

pp. 304