Svenimenti a distanza

Autore

Pagine

pp. 144

12,00

COD: ISBN 9788869831263 Categoria:

Descrizione

La poesia di Mario Fresa si mostra capace di assommare e di confondere le tonalità più disparate, perché pronta ad accogliere, nel suo violento trasformarsi, virate stilistiche improvvise, rigerminanti prospettive, movenze nervose e sorprendenti che sempre la rendono sospesa e obliqua, ponendola in bilico tra la visione paradossale e l’osservazione lucida, disincantata e quieta della realtà. In questo suo nuovo libro, Fresa disegna una scrittura rovente di vita e di energia che mette in fusione, continuamente, il comico e il drammatico, l’onirico e il quotidiano. Gli inauditi accostamenti visionari, le tensioni espressionistiche, le descrizioni formidabili e incalzanti che percorrono, senza sosta, il corpo di questa raccolta fanno emergere, allora, un’inquieta, vitalissima costruzione polifonica, un gioco libero e straniante, sempre felicemente agile e intricato, enigmatico e lieve nel medesimo tempo.

L’AUTORE

Mario Fresa ha compiuto gli studi classici e musicali e si è laureato in Letteratura italiana. Suoi testi poetici sono apparsi sulle principali riviste culturali italiane, tra le quali «Paragone», «Caffè Michelangiolo», «Nuovi Argomenti», «Almanacco dello Specchio», «Gradiva» (di cui è redattore). È del 2002 la raccolta Liaison (edizioni Plectica), cui fanno seguito, tra le altre pubblicazioni di poesia, la silloge Costellazione urbana (Mondadori); Uno stupore quieto (edizioni Stampa); La tortura per mezzo delle rose; Teoria della seduzione.

extra collana

Informazioni aggiuntive

Autore

Pagine

pp. 144

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.