Il caso Macbeth

Autore

Pagine

pp. 208

10,00

COD: ISBN 9788869830693 Categoria:

Descrizione

Il 5 novembre 1605 Giacomo I Stuart, re di Scozia e d’Inghilterra, sfugge a un attentato letale ordito dai Gesuiti e teso a eliminare l’intera famiglia reale oltre a un buon numero di Lord. Il regno è sotto choc. Fino al processo ai congiurati, celebrato nel 1606, il popolo britannico vive uno psicodramma collettivo. Shakespeare sta lavorando ad Antonio e Cleopatra quando un influente cortigiano, o forse il re in persona, gli commissiona un dramma a tema scozzese per rafforzare la posizione del sovrano a Londra come capo dell’Europa protestante. Benché abbia molti amici fra i cattolici, egli accetta l’incombenza. Scova una vecchia storia dell’anno Mille, consulta le fonti disponibili in inglese, forse fa un viaggio in Scozia e ricrea sulla scena l’habitat di una società barbara in cui i re si dividono in due categorie: quelli che uccidono e quelli che vengono uccisi. Seminando qua e là nel testo alcune incongruenze rivelatrici, riscrive la tragica vicenda di una congiura che ricorda troppo da vicino il complotto dal quale Giacomo I è appena uscito illeso. È l’inizio del “caso Macbeth”.

L’AUTORE

GIUSEPPE TESTA è giornalista professionista da oltre trent’anni. Per Sellerio ha pubblicato La donna di fiori. Eros, botanica, alchimia (2011). Suo è anche Per maggiore veridicità, il “mémoire” su Manlio Sgalambro apparso nel volume Caro misantropo (2015).

collana: nugae

Informazioni aggiuntive

Autore

Pagine

pp. 208

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.