La liberazione delle donne

Autore

Pagine

pp. 96

7,00

COD: ISBN 978-88-7018-858-5 Categoria:

Descrizione

HARRIET TAYLOR (1807-1858) è stata
una filosofa inglese esponente del
femminismo liberale. È autrice, in –
sieme a John Stuart Mill, di svariati
saggi e interventi su riviste e quotidiani
dell’epoca. Le sue opere sono
raccolte in The Complete Work of
Harriet Taylor Mill, Bloomington-
Indianapolis, 1998.

In questo appassionato saggio, pubblicato sulla Westminster Review nel 1851, Harriet Taylor combatte strenuamente uno dei grandi scandali del suo tempo (e non solo): lo status di subordinazione della donna all’interno della vita politica e sociale.

Un pamphlet che non va considerato soltanto un classico del pensiero femminista, ma anzitutto un inno alla valorizzazione delle facoltà individuali contro qualsiasi forma di segregazione – e come tale apprezzato da insospettabili ammiratori del calibro di Friedrich Nietzsche e Sigmund Freud.

«Uno stato continuo di sottomissione rende servili nell’animo gli uomini quanto le donne.»

L’Autrice

Harriet Taylor  (1807-1858) è stata una filosofa inglese esponente del femminismo liberale. È autrice, insieme a John Stuart Mill, di svariati saggi e interventi su riviste e quotidiani dell’epoca. Le sue opere sono raccolte in The Complete Work of Harriet Taylor Mill, Bloomington-Indianapolis, 1998.

 

Collana Nugae

Informazioni aggiuntive

Autore

Pagine

pp. 96

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.